HOME PAGE | CONTATTI | ACQUISTA LE PUBBLICAZIONI | SCHEDA GIORNALISTA |

17 Gennaio 2013

PROFESSIONI RILEVANTI E SCONOSCIUTE DAL MONDO DELLA MODA

Archiviato in: Moda, Notizie, Save the Date — cristiana @ 3:35
 

SAVE THE DATE di Barbara Vitti

SI RACCONTA PER NOI  MARISA BULLEGHIN MODIANO, BRACCIO DESTRO (E SINISTRO) DI GRANDI STILISTI

Marisa Bulleghin Modiano con Giorgio Armani

I miei genitori desideravano che studiassi economia e commercio, infatti frequentai l’ Università Bocconi per due anni, ma non ero portata. Il mio desiderio più grande era potermi occupare di moda. Fin da ragazzina, quando andavo dal sarto per un mio abito, trascorrevo un sacco di tempo perché ero “pignola” e “curiosa”. Un giorno una mia amica mi disse che Claudio La Viola cercava una Direttrice per il suo negozio di moda maschile. Fui assunta e proprio in negozio conobbi Giorgio Armani, amico e cliente di La Viola, che ai tempi si  dedicava  alle collezioni Hilton e Montedoro, uomo e donna.

Marisa Bulleghin Modiano

Ero una donna molto elegante vestivo Yves Saint Laurent e, forse anche per questo,  nel giugno del 1975  Giorgio  Armani e il suo socio Galeotti mi annunciarono che avevano deciso di fare la linea Giorgio Armani, e mi chiesero se  desideravo lavorare con loro. Non ci pensai un minuto e accettai con grande entusiasmo!  Era proprio quello che desideravo.

Iniziammo a essere operativi i primi di settembre in Corso Venezia 39, eravamo solo in cinque persone. Il mio incarico fu di stare sempre al fianco di Giorgio: dalla scelta dei tessuti , durante le prove, il controllo di com’erano riprodotti e ridimensionati i capi da quelli delle sfilate a quelli in produzione, agli accessori, la scelta delle modelle, sia per le sfilate, sia per le foto pubblicitarie.

Il successo di Giorgio fu clamoroso ed io rimasi con lui per dodici anni. In seguito lavorai con Claude Montana, ma non mi ritrovai nell’organizzazione e nello stile. Contemporaneamente fui chiamata da Mariuccia Mandelli – Krizia- per seguire le licenze donna, in modo particolare , la più grossa azienda giapponese di moda. Durante l’anno facevo diversi viaggi a Tokio, per seguire l’evoluzione della collezione e le prove. Sottolineo che i giapponesi erano molto precisi e professionali, anche nella ricerca dei tessuti. Bravissimi. Dopo diversi anni ho concluso la mia professione come direttore artistico da Mila Schön.

La  moda resta sempre “la mia migliore amica”, come Barbara Vitti che conobbi nel 1980 e dalla quale rimasi incantata dalla sua gentilezza, dal suo rigore e senso del dovere.

 

1 commento »

  1. Ho lavorato per alcuni anni con la signora Modiano,devo confermare la grande passione,la grande professionalità e la sua visione di un modo di collaborare con i cuoi collaboratori,eravammo negli anni 90,fare squadra.Un piccolo difetto:che bel caratterino però che aveva e penso che ha ancora oggi.Un’abbraccio

    Comment di ovidio gobbin — 20 Gennaio 2013 @ 7:48

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Crisalidepress.it è una testata registrata presso il Tribunale di Milano n. 481 del 05.09.2001 - Copyright © Crisalide Press srl