HOME PAGE | CONTATTI | ACQUISTA LE PUBBLICAZIONI | SCHEDA GIORNALISTA |

21 Marzo 2013

PROFESSIONI RILEVANTI E SCONOSCIUTE DAL MONDO DELLA MODA: EMY VINCENZINI

Archiviato in: Moda, Notizie, Save the Date — cristiana @ 11:04
 

SAVE THE DATE di Barbara Vitti

A MILANO SONO DIVENTATA “DI MODA”LA MIA FORTUNA E’ STATA QUELLA DI FARE IL LAVORO E LA VITA CHE MI PIACEVANO.

Emy con Gil Cagné a Moda Mare Capri

Sono nata e cresciuta a Roma, circondata dalla mia famiglia e con una sorella molto bella, Anna, che fu eletta Miss Italia nel 1961. Ho frequentato la famosa scuola per indossatrici di Marcella Rinaldi, e lì è iniziata la mia carriera di modella. In quel periodo Roma era il regno dell’Alta Moda, la passerella elitaria delle tendenze d’avanguardia; io ho sfilato per i nomi più importanti, dalle Sorelle Fontana a Schubert a Capucci. Sempre a Roma, conobbi lo stilista Walter Albini, in cerca di indossatrici per presentare la collezione che aveva realizzato per Billy Ballo a Giancarla Rosi, sorella di Mariuccia Mandelli, titolare della Boutique 77. L’incontro fu straordinario perché eravamo vestiti nello stesso stile e con gli stessi colori: camicie nere di jersey e pantaloni bianchi di lino… E lui scelse immediatamente me per presentare la sua collezione. Fu amore a prima vista, i suoi vestiti sembravano creati su di me.

Continuai a sfilare a Roma, poi a Firenze, a Palazzo Pitti, quando Gianbattista Giorgini vi trasferì l’epicentro della moda, invitando a sfilare le griffes più prestigiose, e facendo arrivare dall’America i compratori dei più rinomati grandi magazzini d’oltreoceano. Poi un giorno Walter Albini mi telefonò chiedendomi se potevo raggiungerlo a Santa Margherita. Da lì nacquero vent’anni di collaborazione ma soprattutto amicizia profonda, fino al giorno in cui è mancato.

Emy e Walter Albini al Nepenthama soprattutto amicizia profonda, fino al giorno in cui è mancato.

Walter è stato il designer che, sulla rivoluzionaria scia creata dai Missoni, ha dato il via al prèt-à-porter italiano nato, non a caso, nel Nord, dove avevano sede le industrie della confezione. Disegnò collezioni di moda, sia da donna che da uomo, come Mr Fox, Basile, Callaghan, Trell, Cadette, ed è accreditato come l’inventore della moda unisex; e io ero con lui, prima musa ispiratrice poi come assistente factotum.

La ricerca era il mio punto di forza: tessuti, viaggi, mercati dell’antiquariato. L’ispirazione poteva nascere ovunque e in qualsiasi momento. Ma anche il momento delle prove con lui era entusiasmante. Dopo la sua scomparsa rimasi nella moda, stavolta come designer in prima persona; collaborai con Trussardi, realizzai collezioni per tante aziende, finché non incontrai una ragazza molto in gamba, Alessandra Pezzuoli. Mi chiese di formare una società e realizzare insieme una collezione. Così nacque la Mirò, una linea di abiti e accessori, che ebbe un successo superiore alle più rosee aspettative, e che portammo avanti fino al 2005, quando ci dovemmo “fermare” per un grave incidente successo ad Alessandra.

Ritratto di Emy e Walter

Adesso, quasi per hobby, raccolgo dal guardaroba di alcune mie amiche giornaliste, abiti firmati: un vintage mai indossato, e dunque in ottime condizioni, che io seleziono e metto in vendita in uno spazio esclusivo. La moda è nel mio DNA, e non saprei immaginare diversamente la mia vita.

 

1 commento »

  1. dove vende il vintage EmY Vincenzini?

    Comment di melina — 21 Marzo 2013 @ 1:51

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Crisalidepress.it è una testata registrata presso il Tribunale di Milano n. 481 del 05.09.2001 - Copyright © Crisalide Press srl